Recensione Canon G7 X.

Risoluzione del sensore: 20 megapixel, Dimensioni del sensore: 1in, Mirino: Nessuno, Schermo a cristalli liquidi: 3 pollici (1.040.000 punti), Zoom ottico (lunghezze focali equivalenti a 35 mm): 4,2x (24-100 mm), Apertura equivalente a 35 mm: f / 4,9-7,6, Peso: 301 g, Dimensioni (AxLxP): 64x107x40mm

La serie Sony RX100 è stata un enorme successo tecnico, quindi è ora che altri produttori inizino a seguirne l'esempio. La Canon G7 X può essere denominata in riferimento al Canon G1 X ma tutto, dall'obiettivo e dal sensore al layout di controllo, le dimensioni e il peso, lo mettono in concorrenza diretta con il Sony RX100 IIIQuesta è una fotocamera che scivola facilmente nelle tasche dei jeans e il suo ampio sensore e l'obiettivo luminoso possono catturare masse di luce per una fotocamera così sottile. Il sensore e l'obiettivo sono equivalenti af / 4.9-7.6 su una fotocamera full-frame, il che lo mette alla pari con SLR e fotocamere a sistema compatto (CSC) a questo prezzo, con un tipico obiettivo zoom 3x montato su meno.

Con così tanto in comune con la Sony RX100 III, sono le differenze che sono più interessanti per i potenziali acquirenti. Il G7 X manca di un mirino, che era una nuova importante funzionalità sul modello Mark III di Sony. Abbiamo sentimenti contrastanti su questo. Un mirino elettronico (EVF) è ottimo se è di alta qualità, e quello di Sony lo è certamente, ma il minuscolo RX100 III sembrava un po 'strano premuto contro il viso. La Canon costa attualmente circa £ 140 in meno rispetto alla Sony, e mentre l'EVF può giustificare il costo più elevato per alcune persone, altri preferiranno risparmiare i loro centesimi. Gli schermi da 3 pollici di entrambe le fotocamere si inclinano verso l'alto, il che rende facile tenerli all'altezza dei gomiti e sostenere i gomiti ai lati per una maggiore stabilità.

La Canon è dotata di uno zoom più grande. 24-100 mm rispetto alla gamma di lunghezza focale di 24-70 mm (equivalente) di Sony è un netto vantaggio per i ritratti con testa e spalle e soggetti distanti. Entrambe le fotocamere hanno un sensore da 20 megapixel - molto probabilmente è esattamente lo stesso - quindi c'è spazio per ritagliare le foto e avere ancora molti dettagli. Lo zoom extra è comunque estremamente gradito, non da ultimo perché Canon riesce comunque a eguagliare l'apertura luminosa f / 1.8-2.8 della Sony.

Un'altra differenza a favore di Canon è il suo touchscreen. Ancora una volta, questo piacerà ad alcune persone più di altri, ma lo troviamo un enorme risparmio di tempo per spostare il punto di messa a fuoco automatica - qualcosa che facciamo spesso e frequentemente, soprattutto perché la luminosa apertura equivalente a 35 mm offre una profondità ridotta di campo. Toccando lo schermo in modalità multi autofocus si richiama una funzione di messa a fuoco traccia, mentre toccando in modalità spot focus sposta il punto di autofocus in una nuova posizione statica. È semplice ed estremamente efficace.

I menu seguono il solito design della fotocamera compatta Canon, con un pulsante Func Set che rivela varie impostazioni fotografiche e il pulsante Menu per le impostazioni meno utilizzate. È ben equipaggiato anche per il controllo manuale, con una ruota posteriore e un anello dell'obiettivo per la velocità dell'otturatore e le modifiche dell'apertura, oltre a un quadrante di compensazione dell'esposizione dedicato. C'è un pulsante dedicato per riassegnare l'anello dell'obiettivo a varie funzioni tra cui velocità ISO, messa a fuoco manuale e zoom, ma l'anello stesso è un po 'troppo rigido per i nostri gusti. Riassegnarlo regolarmente sembrava un po 'goffo.

Tuttavia, questo è l'unico punto debole in un sistema di controllo altrimenti amichevole e reattivo. È adatto sia agli snapper occasionali che ai fotografi appassionati, con funzionalità che vanno da HDR e dal bracketing dell'esposizione alla possibilità di far scattare l'otturatore semplicemente sorridendo o ammiccando al telecamera. La velocità dell'otturatore più veloce di 1 / 2.000 di secondo è leggermente lenta, ma è integrato un filtro a densità neutra (ND) a tre stop per condizioni molto luminose. Il filtro ND è anche utile per sfocare deliberatamente il movimento, come per l'acqua che scorre setosa. La velocità dell'otturatore più bassa è di 250 secondi, perfetta per catturare i cieli notturni.

Wi-Fi con NFC è integrato. Avvicinando la fotocamera al nostro telefono Nexus 4 dotato di NFC abbiamo avviato l'app sul telefono, ma dovevamo comunque avviare la modalità Wi-Fi sulla fotocamera ed effettuare manualmente la connessione Wi-Fi. Anche allora, non siamo stati in grado di far comunicare l'app Android di Canon e la fotocamera. Abbiamo avuto più fortuna con l'app iOS e la navigazione e il trasferimento di file JPEG è stato semplice. La modalità di scatto remoto è piuttosto semplice, con un aggiornamento dell'immagine molto lento nell'app e funzioni limitate a rilascio dell'otturatore, flash, autoscatto e un controllo dello zoom estremamente lento.

Qualità video

La modalità video è ricca di funzioni utili. Il touchscreen semplifica il controllo delle modalità di tracking e di messa a fuoco spot flessibile durante la registrazione. A seconda della modalità di scatto selezionata, è anche possibile bloccare l'esposizione, passare alla messa a fuoco manuale e regolare le impostazioni di esposizione, il tutto tramite il touchscreen per evitare di rovinare la colonna sonora con i clic dei pulsanti e quadranti. Come con l'acquisizione di foto, è possibile impostare la velocità dell'otturatore e l'apertura e lasciare che la fotocamera regoli l'esposizione tramite la velocità ISO. I video 1080p vengono registrati a 30 o 60 fps: la mancanza di 24p e 25p frustrerà i videografi appassionati ma non dovrebbe disturbare la maggior parte delle persone. È fastidioso che la fotocamera mostri la capacità rimanente della scheda in minuti, suggerendo che può registrare per un'ora su una scheda da 16 GB, ma si ferma senza preavviso quando raggiunge il limite di dimensione del file di 4 GB.

La qualità dell'immagine video era difficile da criticare, con dettagli nitidi, colori lusinghieri e un rumore notevolmente ridotto in condizioni di scarsa illuminazione. Tuttavia, la nostra scena di test in studio ha rivelato che l'RX100 III forniva dettagli più fini e fluidi: i video del G7 X sembravano un po 'pixelati in confronto.^ Il confronto con la Sony RX100 III mostra che i dettagli video del G7 X sono un po 'grossolani.

Le prestazioni di acquisizione delle foto sono generalmente all'altezza, con autofocus reattivo e 0,9 secondi tra i fotogrammi durante il normale utilizzo. La modalità continua a 6,9 fps non può eguagliare i 9,6 fps della Sony RX100 III, ma non è una differenza significativa in una fotocamera che è improbabile che venga utilizzata per la fotografia sportiva e naturalistica. Ha gestito 4,5 fps con autofocus continuo, quasi tre volte più veloce del Sony. Tuttavia, l'acquisizione RAW continua era a 1,2 fps, più di cinque volte più lenta. Nel complesso, le prestazioni della Canon non sono un problema, ma i fotografi RAW a fuoco rapido potrebbero preferire la Sony.

Recensione Canon G7 X.Canone

Risoluzione del sensore: 20 megapixel, Dimensioni del sensore: 1in, Mirino: Nessuno, Schermo a cristalli liquidi: 3 pollici (1.040.000 punti), Zoom ottico (lunghezze focali equivalenti a 35 mm): 4,...

Leggi Di Più
Recensione Canon EOS 700D: un'ottima fotocamera, ma superata dalla 750D

Recensione Canon EOS 700D: un'ottima fotocamera, ma superata dalla 750DCanoneCanon Eos 700d

La Canon 700D è una delle più grandi fotocamere di fascia media di tutti i tempi. Tuttavia, fotocamere come la 700D non sono romanzi o album e quindi devono alla fine farsi da parte per qualcosa d...

Leggi Di Più
Recensione Canon Pixma MG5750: brillantezza economica

Recensione Canon Pixma MG5750: brillantezza economicaCanone

Pixma MG5750 di Canon è un classico esempio di periferica multifunzione a getto d'inchiostro (MFP) progettata per l'uso domestico. È un dispositivo tozzo e dall'aspetto intelligente, realizzato co...

Leggi Di Più
instagram story viewer