Gears of War 4 recensione: Gory gunplay

Come risolvi un problema come Ingranaggi di guerra? Mentre la trilogia originale ha avuto la sua parte di alti emotivi e intense prove di forza, giochi come Inesplorato e Rise of the Tomb Raider da allora ci hanno mostrato che c'è molto di più da sparare in copertura che sparare a orde infinite di frittelle di manzo dal collo grosso.

Certo, non riesco davvero a immaginare Marcus Fenix ​​e co che saltino intorno a antiche rovine o si pieghino il loro muscolo intellettuale per risolvere enigmi quando un pugno veloce o uno stivale in faccia farebbe lo stesso bene. Tuttavia, ciò non cambia il fatto che, mentre la sua progenie era impegnata a portare avanti il ​​genere, Gears è rimasto decisamente una nota, spesso a suo discapito.

L'ultima puntata della serie, Gears of War 4, non fa molto per cambiare questa formula, ma le piccole modifiche apportate dai suoi nuovi sviluppatori The Coalition hanno un impatto sorprendentemente grande sul resto del gioco. Continuerai a colpire centinaia di sacchi di carne con migliaia di proiettili durante il corso del main campagna, ma lo farai con una maggiore consapevolezza di ciò che ti circonda e una gamma molto più ampia di tattiche opportunità.

Ambientato 25 anni dopo gli eventi di Gears of War 3, il nuovo gioco ti mette nei panni di JD Fenix, il figlio del veterano di Gears Marcus Fenix ​​e di Gears appena trasformato runaway, il cui tentativo di saccheggiare un insediamento COG appena costruito costruito all'indomani della guerra va presto storto. Mentre viene inseguito da raffiche di soldati robotici "DB", elicotteri e infine interi aerei da trasporto, è un'apertura che ti facilita delicatamente mentre sfrutti al massimo lo splendore visivo di Unreal Engine 4 per offrire alcune scene davvero spettacolari di carneficina. Una sezione funge anche da tutorial per la nuova modalità Orda del gioco, che ti vede affrontare ondate di nemici sempre più potenti.

Avrai tempo prezioso per riprendere fiato tra ogni schermaglia, ma il ritmo superbo del gioco ha fatto sì che raramente mi sentissi sopraffatto. Escludendo un paio di improvvisi picchi di difficoltà, che sono stati rapidamente superati da un leggero cambio di strategia, sembra che The Coalition lo abbia fatto hanno imparato l'arte di sapere esattamente quando aumentare la posta in gioco e per quanto tempo senza far sentire ogni battaglia ripetitivo.

In effetti, i nemici in continua evoluzione del gioco sono fondamentali per la struttura complessiva del gioco. Proprio quando ti senti come se avessi un controllo su ogni tipo di DB, ad esempio, vengono rapidamente scartati a favore del nuovo grande male del gioco, lo Swarm. Questi mostri bianchi e carnosi hanno ancora qualche somiglianza con i loro antenati robotici: i "juvies" atletici e rimbalzanti sono il naturale successore del frenetico, rotolante I robot tracker, mentre i droni sostituiscono i tuoi soldati grugniti standard, ma tutti possiedono un livello di intelligenza molto maggiore, rendendoli nemici formidabili quando appaiono in massa. Allo stesso modo, con i nuovi tipi di nemici Swarm in arrivo in ogni paio di capitoli, sei costantemente costretto ad adattarti e costruire su ciò che hai imparato.

LEGGI SUCCESSIVO: I nostri migliori giochi Xbox One per il 2016

Lo stesso vale per i tipi di ambienti in cui li incontrerai. Mentre le locuste del passato preferivano combattere in grandi arene aperte con una copertura facilmente identificabile, gli Swarm sono molto meno esigenti. Che si tratti degli stretti corridoi di un antico forte, delle umide catacombe tortuose o della sala di controllo di un vecchia turbina eolica, demoliranno praticamente ovunque, apportando un rinfrescante cambio di ritmo a ciascuno incontrare. La copertina è ancora in abbondanza, ma spesso non è particolarmente permanente, con un particolare momento clou spostando fisicamente tutta la copertura disponibile ogni paio di minuti, costringendoti, letteralmente, a pensare in piedi.

Tutto ciò rende anche un gioco brillante da giocare in cooperativa, poiché ci sono sezioni frequenti in cui il tuo gruppo deve dividersi per avanzare. Questo non è un nuovo concetto di Gears, ovviamente, ma con il supporto per la modalità cooperativa a schermo condiviso sia online che locale rende le tue azioni molto più importanti quando puoi vedere il tuo compagno appuntato sullo schermo accanto a voi. Questo non vuol dire che i tuoi compagni di intelligenza artificiale non tagliano la senape, anzi, sono pronti a rianimarti se sei in un posto di guai, ma non c'è niente di più soddisfacente di piombare per salvare il giorno in cui la vita del tuo amico è in linea.

Purtroppo, le modalità multiplayer sono meno divertenti, se non altro perché la stragrande maggioranza di esse scende in una frenetica festa del fucile che non è né divertente da giocare né particolarmente abile. Tuttavia, ci sono ancora alcune gemme da trovare qui, e consiglierei di tagliarti i denti in queste modalità prima di lanciarti in modalità più tradizionali come King of the Hill e Warzone.

Arms Race dovrebbe sicuramente essere il tuo primo scalo. Questo vede ogni squadra scorrere ogni arma di Gears nel corso di una partita. Uccidi tre avversari e la tua squadra cambierà armi, e chi li usa tutti per primo vince. È una modalità brillante che ti costringe davvero a imparare i dettagli del tuo arsenale disponibile e può creare partite piuttosto interessanti a seconda dei progressi di ciascuna squadra. Ad esempio, potresti avere fucili da caccia contro fucili da cecchino o la pistola Dropshot che spara bombe volanti contro il Buzzkill che spara a sega circolare.

Dodgeball ha anche la tendenza a scendere in colpi di fucile senza cervello, ma il gancio è che ogni uccisione ti consente di rianimare uno abbattuto membro della tua squadra, creando una sorta di tiro alla fune che può cambiare rapidamente le sorti della battaglia se riesci a resistere a lungo abbastanza. Anche i round sono relativamente brevi, quindi non rimarrai in attesa se non ottieni un secondo spawn.

LEGGI SUCCESSIVO: PS4 vs Xbox One: qual è il migliore?

Anche se non finisci per scavare nelle nuove modalità multiplayer, però, la campagna principale di Gears of War 4 ha ancora molto da offrire. È un divertente gioco di armi da fuoco e il suo ritmo superbo ti tiene sempre all'erta. C'è una nuova sfida da trovare dietro ogni angolo, e anche se potrebbe non essere particolarmente rivoluzionaria come gli sparatutto in copertina, è chiaro che la serie ha ancora un brillante futuro davanti a sé grazie agli sforzi del suo nuovo sviluppatore squadra. Con i suoi occhi ora fissi saldamente al futuro, Gears of War 4 è un'altra grande esclusiva per Xbox One e ha tutto il diritto di diventare la pietra angolare di una nuova trilogia.

Immagine di Gears Of War 4 (Xbox One)
£22.70Acquista ora
Recensione di Microsoft Classic IntelliMouse: una leggenda rinata?

Recensione di Microsoft Classic IntelliMouse: una leggenda rinata?Microsoft

Spesso trascurato, l'umile mouse per PC è un'aggiunta cruciale all'arsenale di qualsiasi giocatore. Intrinsecamente, i principi fondamentali del mouse moderno non sono cambiati molto dalla metà de...

Leggi Di Più
Recensione di Microsoft Surface Laptop Go: doppia personalità

Recensione di Microsoft Surface Laptop Go: doppia personalitàMicrosoftMicrosoft Surface Go

Non molto tempo fa, direi che se spendevi circa 500 sterline per un laptop, avresti ottenuto ciò per cui hai pagato: una macchina funzionante ma lenta e dal design complesso. Nel 2020 le cose stan...

Leggi Di Più
instagram story viewer