Recensione di Fire Emblem Fates

Decisioni decisioni. Sono la linfa vitale di tutti i buoni giochi di strategia, ma c'è una scelta particolare in Fire Emblem Fates che è probabilmente più importante di qualsiasi altra decisione che prenderai nell'intero gioco.

Ti schieri con il buon, nobile clan Hoshido - la tua famiglia di sangue per nascita - o rifiuti i tuoi legami familiari per stare con i tuoi fratelli adottivi nel regno di Nohr, un nemico giurato di Hoshido e la sede di un pazzo, malvagio re?

Visualizza gli ultimi codici sconto GAME

In un certo senso, la risposta è semplice, poiché il gioco fa del suo meglio per presentare la famiglia Hoshido di ispirazione giapponese come l'unica scelta giusta e onorevole. Il Nohr con radici occidentali potrebbe averti cresciuto come uno di loro per la maggior parte della tua vita, ma nello spazio di due ore lo scopri rapidamente ti hanno anche rapito da bambino, hanno cercato di farti uccidere e che hanno chiaramente un dittatore illuso e assetato di sangue seduto sul trono. È una situazione che è quasi nera e bianca come vengono, e nemmeno i tuoi fratelli Nohr apportano molte sfumature alla situazione, poiché il limitato quantità di tempo sullo schermo che trascorri con loro prima che la suddetta `` grande decisione '' non rende esattamente facile formare un attaccamento duraturo al loro modo di vita.

Eppure, non puoi davvero fare una scelta, poiché la maggior parte delle persone avrà già acquisito una famiglia o l'altra prima ancora di accendere il gioco. Per quest'anno, Fire Emblem Fates è diviso in due titoli distinti: Fire Emblem Fates: Birthright e Fire Emblem Fates: Conquest. Nel primo, ti schiererai automaticamente con la famiglia Hoshido, mentre Conquest ti vede prendere la decisione positivamente arretrata di restare con i tuoi parenti nohriani. È un'idea simile alla serie Pokemon, ma a differenza di Pokemon X o Y, o Rubino Omega e Zaffiro Alpha, Fire Emblem Fates non è semplicemente lo stesso gioco con una manciata di personaggi diversi, poiché entrambe le puntate sono drasticamente diverse per tono e difficoltà generale.

Chi acquisterà il gioco in digitale tramite il Nintendo eShop potrà, infatti, scegliere in un modo o nell'altro, ma in ogni caso, non posso fare a meno di pensare che Intelligent Systems avrebbe potuto fare di più di questo grande cambiamento del destino momento. Allo stato attuale, l'intero scenario sembra terribilmente poco cotto ed è così privo di complessità morale che sembra quasi piuttosto arbitrario, come se stessi semplicemente facendo un decidere se ti piace l'idea di cavalcare un Pegaso e sparare shuriken per il resto del gioco, o se ti piace padroneggiare l'arte della viverna e della magia incantesimi.

Tuttavia, giudicare Fire Emblem Fates esclusivamente in base alla forza di quel momento sarebbe incredibilmente miope, poiché Intelligent Systems ha prodotto ancora una volta un gioco di strategia di prima classe che è più spietato e più ambizioso di qualsiasi altro gioco nel serie. Come con l'eccellente Risveglio dell'emblema del fuoco (anche su 3DS), la configurazione di base si riduce allo spostamento dei tuoi guerrieri su un tabellone di quadrati piastrellati, portandoli a portata dei tuoi nemici e lasciando che i loro attacchi volino in una drammatica battaglia 3D sequenze.

Birthright è probabilmente il posto migliore da cui iniziare per i nuovi arrivati ​​di Fire Emblem, poiché questa versione porta il maggiore somiglianza con Awakening e ha obiettivi più semplici e un livellamento più facile e rilassato sistema. Questo grazie alla funzione Scout di Birthright, che ti consente di cercare infinite battaglie extra a spese di un po 'd'oro. Puoi inviare questi esploratori dopo ogni grande incontro del capitolo ed emergere vittorioso da questi piccole schermaglie ti faranno guadagnare più oggetti e punti esperienza e accelereranno i legami tra i tuoi guerrieri.

Migliorare le relazioni tra i personaggi è particolarmente importante in Fates, poiché gli intricati sistemi di supporto di Fire Emblem giocano un ruolo ancora più importante qui che in Awakening. Abbinandoli o facendoli stare uno accanto all'altro in battaglia, alcuni personaggi possono darsi a vicenda aumenti delle statistiche una volta raggiunto un certo grado di supporto. Quando due personaggi raggiungono il supporto di grado S, possono anche sposarsi e (con uno strano atto di magia che piega il tempo) produrre bambini che alla fine combatteranno al tuo fianco in seguito. Le statistiche di ogni bambino dipendono anche da chi sono i suoi genitori, quindi portare ogni personaggio al grado di supporto richiesto è quasi un intero sotto-gioco in sé.

Conquest, d'altra parte, costringe i giocatori a fare a meno di queste battaglie di sfida aggiuntive, quindi dovrai cavartela con meno oro e meno punti esperienza. Ha anche condizioni di vittoria più personalizzate di Birthright, come sconfiggere un determinato numero di personaggi o difendere una particolare area sulla mappa per un certo numero di turni.

Anche quando non hai obiettivi specifici da raggiungere, però, Fates fa un grande uso dei suoi vari ambienti, rendendoli una parte importante della tua strategia complessiva come i tuoi singoli guerrieri. I membri della famiglia reale di ciascuna parte, ad esempio (il tuo avatar incluso) possono attivare determinate tessere chiamate Drago Vene, che possono infliggere danni aggiuntivi a lungo raggio o alterare il paesaggio e renderlo più facile (o più difficile) progresso.

Le vene del paesaggio possono essere un vero salvavita se stai fuggendo da un ammasso di nemici in arrivo, ma attivali a nel momento sbagliato e potresti scoprire di aver distrutto un prezioso collo di bottiglia che ti consente di arginare la marea del multiplo attacchi. Anche le mappe stesse sono più varie, poiché Birthright ha una serie di battaglie particolarmente memorabili su una serie di gondole e un denso, foresta piena di trappole, mentre Conquest ti vede sfrecciare attraverso villaggi di ghiaccio e difendere un molo barricato dove i nemici stanno attaccando da più angoli.

Tuttavia, anche coloro che si considerano veterani della serie si troveranno comunque messi alla prova Per diritto di nascita, poiché questa cosiddetta opzione "facile" non ha paura di mostrare i denti quando finalmente fai un sbaglio. Naturalmente, la profondità di quei segni di morsi dipenderà in gran parte dal fatto che si opti per la modalità di difficoltà casuale di Fates, in cui i soldati abbattuti lasciano una ferita acuta, ma temporanea come continuano a guarire nel tempo, o la classica, ma devastante opzione di morte permanente di Fire Emblem, dove i soldati caduti scompaiono per sempre e si sentono più simili a perdere un intero arto.

Anche Awakening aveva questa caratteristica, ovviamente, ma ti permetteva anche di accoppiare personaggi per potenziare quelli del guerriero principale statistiche in battaglia, aiutarli ad attaccare e occasionalmente subire un colpo per loro o bloccare completamente gli attacchi quando difendendo. Ciò ha aiutato a proteggere i personaggi secondari dalla mischia, rendendo più facile mantenere in gioco i personaggi più deboli.

In Fates, tuttavia, i personaggi accoppiati possono offrire supporto solo sotto forma di buff alle statistiche. Per aggiungere un secondo attacco, devono invece trovarsi accanto a loro, mettendoli così in maggiore pericolo e rendendoli più suscettibili al fuoco nemico. È una piccola modifica, ma questa maggiore enfasi su ogni singola unità cambia radicalmente il modo in cui ti avvicini ogni battaglia e ti impedisce di ricorrere semplicemente alle stesse vecchie tattiche e alle combinazioni di coppie di volta in volta ancora.

Inoltre, la perdita dei personaggi è ancora più dolorosa di prima, e ci sono stati diversi momenti in cui l'ho fatto scartato ore di progresso sia in Birthright che Conquest solo per evitare di perdere il mio meglio e il più amato guerrieri. Non è facile premere il pulsante Home e ricominciare da zero quando sei a 50 minuti in una singola battaglia, ma col tempo scoprirai che alcuni personaggi sono troppo preziosi per essere persi.

In un certo senso, sono decisioni come questa che evidenziano quanto sia davvero fragile l'idea centrale di Fates di scegliere una famiglia. Decidere se riavviare o mordere il proiettile e accettare la tua perdita ha un peso reale in un gioco come Fire Emblem, ma circa un'ora nell'azienda di ogni famiglia non è sufficiente per fare un investimento adeguato in entrambi i set parenti.

Tuttavia, alla fine non importa quale lato scegli, poiché entrambi i giochi sono davvero eccellenti di per sé e puoi sempre riprendere l'altro lato della storia per un prezzo scontato di £ 18 una volta completato il tuo arco iniziale invece di pagare il prezzo intero per l'altro cartuccia. Intelligent Systems ha davvero superato se stesso con Fire Emblem Fates, ed è incredibilmente impressionante come è riuscito a creare due giochi così diversi allo stesso tempo così ricchi di profondità e dettaglio. Entrambi sono acquisti imperdibili per tutti i possessori di 3DS e insieme vincono un meritato premio Best Buy.

Acquista ora da Amazon

Disponibilità
Formati disponibili Nintendo 3DS
Informazioni sull'acquisto
Prezzo IVA inclusa £35
Dettagli www.nintendo.co.uk
Recensione di Fire Emblem Fates

Recensione di Fire Emblem FatesDestini Dell'emblema Del FuocoNintendo

Decisioni decisioni. Sono la linfa vitale di tutti i buoni giochi di strategia, ma c'è una scelta particolare in Fire Emblem Fates che è probabilmente più importante di qualsiasi altra decisione c...

Leggi Di Più
instagram story viewer