Cos'è la TV HDR? Tutto quello che devi sapere sull'High Dynamic Range e perché dovrebbe interessarti

Cos'è la TV HDR? Potresti già avere familiarità con il termine nel contesto di fotocamere e smartphone, in cui l'elaborazione intelligente combina più immagini per dare l'effetto di maggiori dettagli sia nelle parti più scure che in quelle più luminose Immagine. Nel mondo dei televisori, HD (High Dynamic Range) ha uno scopo simile. I vari standard HDR (li spiegheremo in dettaglio più avanti) consentono ai televisori di produrre immagini più realistiche e realistiche, con ombre realisticamente scure, luce solare che induce strabismo e ogni tonalità, dalle sfumature pastello più sottili al technicolor più intenso sommossa.

Se sei tentato di liquidare l'HDR come un altro espediente come schermi 3D o curvi, allora non farlo. L'HDR è una tecnologia in grado di trasformare in meglio la tua esperienza TV, soprattutto se scegli la TV giusta con il giusto tipo di supporto HDR.

LEGGI SUCCESSIVO: I migliori televisori 4K che puoi acquistare

Cosa rende una TV HDR diversa da una TV standard?

I televisori o proiettori HDR devono avere un rapporto di contrasto molto maggiore (il rapporto tra il nero più scuro e i bianchi più luminosi) ed essere in grado di riprodurre una gamma di colori molto più ampia.

L'HDR opera all'interno dello spazio colore Rec.2020 e questo significa che la sua gamma di colori potenziale (la tavolozza di colori che può produrre) è in realtà più grande del 37% rispetto allo spazio colore DCI-P3 utilizzato dai proiettori cinematografici digitali e il 72% più grande dello spazio colore Rec.709 utilizzato dai televisori SDR. Come accade, la maggior parte degli attuali HDR il contenuto tende a limitarsi ai colori all'interno della gamma DCI-P3 più piccola, ma ci sono titoli là fuori che sfruttano la gamma di colori più ampia di Rec.2020. Più colori è in grado di riprodurre un televisore HDR, meglio è.

Mentre ascolterai persone che parlano regolarmente del 4K, l'HDR può fare una tale differenza per la qualità delle immagini che è probabilmente più importante di quei diversi milioni di pixel in più. In effetti, potresti non notare nemmeno la differenza tra una buona TV Full HD e una TV 4K. Ad esempio, se acquisti una TV 4K da 55 pollici, non dovrai trovarti a più di 2 metri di distanza per percepire il miglioramento, anche se hai una visione perfetta 20/20. Non importa dove ti siedi, tuttavia, è impossibile ignorare i miglioramenti apportati dall'HDR. A patto, cioè, che la tua TV sia abbastanza buona per sfruttarla al meglio.

Tutti i televisori HDR hanno un aspetto migliore dei televisori 4K SDR o FHD?

Non necessariamente. Possedere una TV compatibile con HDR non garantisce una qualità dell'immagine impeccabile. Tutti i produttori di TV danno il proprio contributo alle varie tecnologie di visualizzazione e i singoli modelli hanno specifiche e capacità di riproduzione dei contenuti differenti. I televisori economici 4K HDR non saranno in grado di diventare luminosi come i set più costosi, ad esempio, né saranno in grado di riprodurre la vasta gamma di colori presenti nei contenuti HDR.

È abbastanza comprensibile, però. Nemmeno i televisori più costosi sul mercato sono in grado di riprodurre ogni singola tonalità nella vasta tavolozza di colori HDR definita dal Rec. Standard 2020 - infatti, vedrai la maggior parte pubblicizzare la loro abilità di riproduzione del colore in termini di percentuale di colori che possono riprodurre dalla gamma DCI-P3 più piccola. Quando la copertura DCI-P3 supera il 90%, una TV ha uno dei prerequisiti per ottenere un brillante badge UHD Premium (ne parleremo più avanti).

Inoltre, i contenuti HDR vengono creati di routine nelle suite di mastering di Hollywood con una luminosità massima di 4.000 nit, molto più alta di qualsiasi TV consumer attualmente disponibile. Con la luminosità di picco anche dei set di consumo più raffinati che raggiunge i 2.000 nit - e significativamente al di sotto di 1.000 nit per i televisori OLED - non è una sorpresa scoprire che i set LCD economici, che tendono a raggiungere il picco a circa 400 nit, semplicemente non possono sopportare ogni goccia di bontà HDR dal formato.

LEGGI SUCCESSIVO: Netflix vs Now TV vs Amazon Prime Video

Devo spendere una fortuna per guardare i contenuti HDR?

Fortunatamente no. In verità, non è fino a quando non inizi a guardare i televisori a ben oltre £ 1.000 che vedrai cosa può davvero fare l'HDR, ma anche alcuni dei set di budget che abbiamo esaminato fanno un ottimo lavoro grazie ai nuovi formati HDR come Dolby Visione.

La ragione di ciò è che Dolby Vision e altri formati recenti portano sul tavolo una funzione chiamata mappatura dinamica dei toni. Questo è un vantaggio particolare per i televisori che non possono diventare particolarmente luminosi, in quanto consente loro di modificare i livelli di luminosità e regolare il segnale HDR in ingresso per soddisfare al meglio le loro capacità. Potresti non ottenere le alte luci più luminose possibili o i colori più vivaci rispetto ai contenuti HDR in grado di farlo, ma nella nostra esperienza significa che dovresti ottenere qualche vantaggio, anche su HDR relativamente modesto TV.

Dove posso guardare i contenuti HDR?

Il contenuto HDR è molto più facile da trovare rispetto al passato. C'è un numero sempre crescente di dischi Blu-ray 4K sugli scaffali e di servizi di streaming come Netflix e Amazon Prime Video ha una discreta libreria di contenuti HDR in un formato o in un altro, sebbene possa dipendere da quanto voi pagate.

Netflix supporta HDR10 e Dolby Vision, ma solo per quelli con un piano premium, mentre Amazon ti offre la riproduzione di contenuti HDR10, Dolby Vision e HDR10 + con il suo piano di pagamento standard. I formati HDR variano da titolo a titolo ed è ovvio che avrai bisogno di una TV compatibile con quei formati per ottenere il vantaggio.

Tuttavia, altri servizi di streaming impiegano tempo per recuperare. La BBC ha immerso le dita dei piedi nelle acque scintillanti dell'HDR con Seven Worlds, One Planet e Dracula in streaming entrambi nel formato HLG HDR, ma per il momento questo è il tuo destino. Sky sta attualmente lavorando per introdurre la riproduzione HDR attraverso la sua piattaforma Sky Q, ma il suo servizio Now TV sarà sicuramente molto più lento nell'adozione: ha aggiunto lo streaming 1080p solo a novembre 2019.

Quali tipi di HDR esistono?

Il contenuto HDR viene fornito in diversi formati. HDR10 è lo standard più comune in questo momento, ma quando acquisti un televisore o cerchi contenuti HDR da guardare incontrerai anche formati come HDR10 +, HLG (Hybrid Log-Gamma) e Dolby Vision. Tutti mirano essenzialmente a fornire le stesse immagini HDR di alta qualità, ma ci sono differenze chiave che vale la pena conoscere, come il supporto per la mappatura dinamica dei toni che abbiamo menzionato in precedenza. Di seguito troverai la nostra guida rapida alle principali differenze tra questi formati HDR.

HDR10 vs HDR10 + vs Dolby Vision vs HLG: qual è la differenza?

I formati HDR possono essere suddivisi in categorie in base alle informazioni o ai metadati che forniscono alla TV. Sono questi metadati che contengono informazioni chiave su un particolare film o programma, come il livello massimo di luminosità e la gamma di colori, o gamma, richiesti. Ciò consente al televisore di adattare le proprie impostazioni per adattarsi al meglio al contenuto HDR.

I vari formati HDR utilizzano diversi tipi di metadati: metadati statici, metadati dinamici o, nel caso di HLG, nessuno.

LEGGI SUCCESSIVO: Dolby Vision contro HDR10

Cosa fanno effettivamente i metadati HDR?

I metadati statici, utilizzati da HDR10, sono cosiddetti perché forniscono solo informazioni di base che vengono applicate per l'intera durata del film. Non fornisce informazioni scena per scena o fotogramma per fotogramma al televisore: registra semplicemente la massima luminosità e la più ampia gamma di colori richiesto da qualsiasi scena, quindi la gamma dinamica e la gamma di colori del contenuto potrebbero risultare molto più compresse rispetto a quando erano originariamente padroneggiato. Pertanto, minore è il volume del colore (una combinazione di gamma di colori e luminosità massima) del televisore, meno impressionante sarà la sua riproduzione HDR10.

I metadati dinamici, d'altra parte, forniscono informazioni sulla luminosità massima e sulla gamma di colori scena per scena e fotogramma per fotogramma. Ciò consente al televisore di regolare in modo intelligente il volume del colore in un processo chiamato mappatura dinamica dei toni, al fine di ottenere i migliori risultati possibili per ogni scena. La mappatura dei toni si ottiene utilizzando una traduzione matematica chiamata curva PQ EOTF, che è un aspetto del sistema PQ EOTF sviluppato da Dolby; traduce il volume del colore del contenuto in quello della TV per ottenere il miglior risultato possibile dall'hardware. I metadati statici si basano anche sulla mappatura dei toni, sebbene ovviamente non sia dinamica.

Attualmente, la mappatura dinamica dei toni viene utilizzata dagli standard Dolby Vision e HDR 10+. Nella nostra esperienza, può avere un impatto considerevole sulla qualità della presentazione HDR rispetto a HDR10; e in particolare sui televisori di fascia bassa che non hanno la luminosità massima per andare davvero in città con lo spettacolo HDR. In breve, se un produttore di TV implementa le funzionalità di mappatura dinamica dei toni in modo efficace, allora lo è possibile ottenere più prestazioni da qualsiasi TV, indipendentemente da quanto costa o quanto brillante è.

E per quanto riguarda HLG HDR?

Hybrid-Log Gamma, abbreviato in HLG, è un sistema HDR alternativo al sistema PQ EOTF utilizzato dagli altri formati HDR sopra menzionati. È stato creato per scopi di trasmissione televisiva ed è stato sviluppato congiuntamente dalla BBC e dal giapponese NHK, con Planet Earth II che funge da primo processo nel Regno Unito. Il più grande vantaggio di HLG rispetto ai formati basati su metadati è che può inviare immagini HDR e SDR utilizzando un solo segnale. Questa è, ovviamente, una grossolana semplificazione di ciò che è HLG; la cosa principale che devi sapere è che in futuro sarà il formato HDR preferito per le trasmissioni TV in diretta e la maggior parte dei televisori di punta prodotti oggi sono ora compatibili con HLG.

Ecco una breve panoramica delle caratteristiche principali di ciascuno dei principali formati HDR:

HDR10

  • Open source
  • Utilizza metadati statici
  • Supportato dalla maggior parte delle apparecchiature e dei servizi di streaming compatibili con HDR
  • Supporto per profondità di colore fino a 10 bit (1 miliardo di colori)
  • Supporto per luminosità massima fino a 1.000 nit

HDR10 +

  • Open source
  • Utilizza metadati dinamici
  • L'estensione di HDR10
  • Supporto per hardware e streaming in rapida crescita
  • Supporto per profondità di colore fino a 10 bit (1 miliardo di colori)
  • Supporto per luminosità massima fino a 4.000 nit

Dolby Vision

  • Concesso in licenza da Dolby
  • Utilizza metadati dinamici
  • Supporto per hardware e streaming in rapida crescita
  • Supporto per profondità di colore fino a 12 bit (68 miliardi di colori)
  • Supporto per luminosità massima fino a 10.000 nit

HLG

  • Creato dalla BBC e dall'NHK giapponese
  • Non basato sui metadati
  • Contenuti limitati e supporto hardware
  • Supporto per profondità di colore fino a 10 bit (1 miliardo di colori)
  • Fino a 1.000 nit (nominale)

Come se ciò non bastasse già, potremmo iniziare a vedere ancora più tecnologie HDR sbarcare sui televisori nei prossimi anni. HDR avanzato, sviluppato da Technicolor, è uno di questi formati.

Composto da tre fili Single Layer, è un formato multistrato che ha già trovato una certa utilità nella sfera della creazione di contenuti, sebbene non ci siano contenuti HDR avanzati disponibili in commercio lontano. Nel tentativo di rendere la sua gamma a prova di futuro, LG ha aggiunto il supporto per Advanced HDR ad alcuni dei suoi televisori di fascia alta. Attualmente è il file solo il marchio ad avere la funzione e non è chiaro per quanto tempo i proprietari di questi televisori dovranno aspettare prima di poterli utilizzare esso.

LEGGI SUCCESSIVO: Risparmia centinaia con le offerte TV più economiche del Regno Unito

HDR per TV: alcuni televisori sono migliori di altri per l'HDR?

Anche nell'era del 4K, non tutti i televisori nascono uguali. Se la tua TV non è in grado di soddisfare gli standard stabiliti dai formati HDR, non sarai in grado di visualizzare i contenuti nella loro vera gloria. Ecco perché abbiamo schemi di certificazione, come UHD Premium, una specifica stabilita dalla UHD Alliance, un gruppo i cui membri includono LG, Samsung, Netflix e Dolby.

Per ottenere il badge UHD Premium, un televisore deve soddisfare o superare una risoluzione 4K (3.840 x 2.160), supportare una profondità di colore di 10 bit e offrire almeno HDR10 o Dolby Vision. Deve anche produrre livelli di luminosità di picco di 1.000 nit e una luminanza massima del nero di 0,05 (o 540 nit luminosità di picco con una luminanza del nero massima di 0.0005nits) ed essere in grado di riprodurre il 90% del colore DCI-P3 gamma. Sebbene operino all'interno di Rec. Per la gamma 2020, non esiste un minimo specificato per la registrazione di una TV UHD. Copertura 2020. Tuttavia, poiché sono tutti al 90% DCI-P3 o superiori, raggiungono almeno il 60% del valore Rec. Spettro 2020.

Hai davvero bisogno di una TV HDR con la certificazione UHD Premium?

Nella nostra esperienza, anche i televisori economici in grado di riprodurre una luminosità di picco di circa 400 nit (ben al di sotto dello standard UHD Premium) possono produrre immagine HDR guardabile - e soprattutto con l'aiuto della mappatura dinamica dei toni - ma non c'è dubbio che ci vuole molto di più per fare davvero l'HDR giustizia. Vale la pena sottolineare, tuttavia, che la luminosità massima non è necessariamente l'essenza e la conclusione delle prestazioni HDR.

Vedi correlati 

Miglior TV del 2021: i migliori TV LCD HDR 4K, OLED e QLED che abbiamo testato
Migliori offerte TV nel Regno Unito: le migliori offerte su TV 4K HDR e 8K HDR questo gennaio
Che TV dovresti comprare? Trova le dimensioni dello schermo, la risoluzione e l'angolo di visione giusti per la tua TV

I televisori OLED (Organic Light-Emitting Diode) riescono a fornire uno straordinario spettacolo HDR con una modesta luminosità di picco di circa 600-700 nit. Ciò è possibile perché ogni pixel in un pannello OLED è effettivamente la propria retroilluminazione in miniatura in grado di accendersi e spegnersi a piacimento e ciò consente ai pannelli OLED di fornire un rapporto di contrasto praticamente infinito con una luminanza del nero quasi zero, che è uno scenario perfetto per HDR.

I televisori tradizionali basati su LCD, d'altra parte, hanno un tempo più difficile con l'HDR. Richiedono una retroilluminazione a LED per illuminare il pannello LCD e questo significa che il loro rapporto di contrasto è limitato dal fatto che il nero non è affatto nero, nella migliore delle ipotesi è un grigio estremamente scuro. Un rimedio consiste nell'utilizzare la retroilluminazione a LED con attenuazione locale, una funzione che associa centinaia di "zone" di retroilluminazione che possono essere alzato o abbassato individualmente per gestire efficacemente il contrasto e la gamma dinamica previsti dal contenuto HDR. Lo svantaggio è che è più complesso da produrre e generalmente spinge il prezzo di tali modelli in quattro cifre.

Come faccio a sapere se una TV va bene per l'HDR?

C'è solo un modo per stabilire se una particolare TV gestisce l'HDR in modo efficace, ed è testarlo. Testiamo ampiamente le prestazioni HDR in tutte le nostre recensioni TV con qualsiasi cosa, dai contenuti HDR in streaming ai dischi Blu-ray 4K e modelli di test specializzati. Solo una cosa è garantita: indipendentemente dal fatto che si tratti di una TV da £ 500 o da £ 5.000, ogni modello varia notevolmente nella gestione dei contenuti HDR.

Alcuni produttori utilizzano i metadati nel contenuto per creare la presentazione più "accurata", mentre altri modificare il risultato finale per fornire una visione più brillante e ampollosa di ciò che il regista potrebbe avere inizialmente previsto. In ogni caso, spieghiamo sempre esattamente cosa puoi aspettarti di vedere da un dato display nelle nostre recensioni.

LEGGI SUCCESSIVO: I migliori televisori 4K HDR per i giochi

HDR per TV: perché dovrebbe interessarti

Non tutti vedranno un enorme miglioramento della chiarezza con le risoluzioni 4K dei televisori moderni, e soprattutto non se ti piace stare seduto a una buona distanza dalla TV, ma l'HDR fa la differenza indipendentemente da dove si trova il tuo divano è. Può avere un enorme impatto su film, programmi TV e videogiochi e ora che più servizi di streaming e console come il Xbox One X e PS4 Pro sono salito a bordo del carro dell'HDR, probabilmente è ora che anche tu salti.

Recensione Hisense H43AE6100UK: hai voglia di una TV 4K da 43 pollici per meno di £ 300?

Recensione Hisense H43AE6100UK: hai voglia di una TV 4K da 43 pollici per meno di £ 300?Tv

Hisense ha costantemente fatto breccia nel mercato televisivo di fascia alta, ma il suo core business televisivo (almeno nel Regno Unito) è costituito da set più convenienti che si concentrano sul...

Leggi Di Più
instagram story viewer